Biografia

Antonio Gambula consegue il diploma di violoncello con il Maestro Renzo Brancaleon presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, seguendo poi i corsi di perfezionamento strumentale con i Maestri Antonio Janigro e Michael Flaksman e di quartetto con il Maestro Piero Farulli. 

Con il violoncello barocco fonda il gruppo strumentale “La Suite” con cui svolgerà intensa attività concertistica sia in Italia che all’estero.

Violoncellista presso la RAI di Torino e nel Teatro Regio di Torino nel 1984 entra stabilmente nel Teatro Carlo Felice di Genova.

Segue i corsi di direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese tenuti dal Maestro Gilberto Serembe e collabora con l’Orchestra dell’Arena di Verona in qualità di assistente del Maestro Giuliano Carella nelle opere Traviata di G. Verdi e Butterfly di G. Puccini, debuttando in Cavalleria Rusticana di P. Mascagni con l’Orchestra di Alessandria.

Negli anni 90 fonda l’orchestra “Johann Christian Bach”, composta dalle prime parti dell’orchestra del Teatro Carlo Felice. Tra gli eventi da ricordare, l’esecuzione integrale dei concerti per clavicembalo e orchestra di J.S.Bach al festival di Beçancon, la direzione dei concerti finali degli allievi dei corsi di perfezionamento dell’Accademia di Palazzo Ducale a Genova tenuti dai Maestri Boris Bloch e Viviana Buzzai e una Messa di Mozart per soli coro e orchestra per l’Unione Musicale di Torino. 

Successivamente sarà invitato a dirigere un programma sinfonico dall’orchestra Nino Rota di Bari ed il Requiem di Mozart per l’Accademia d’Arte Brera di Milano.

 All’interno delle attività istituzionali del Teatro Carlo Felice viene invitato dall’Orchestra Classica con cui parteciperà ai concerti sinfonici Matinée presso l’Auditorium dello stesso teatro e in varie sedi del territorio ligure. 
Con l’orchestra dello stesso teatro dirige un concerto lirico-sinfonico nella sede della Regione Liguria. 

Invitato presso la stagione del Carlo Felice per i concerti aperitivo dirige la Sinfonia n°5 di Schubert, il concerto per clarinetto e orchestra di Mozart e l’Overture del Coriolano di Beethoven.